Unisciti alla richiesta mondiale per la condivisione

Firma la chiamata mondiale per la condivisione e unisci la tua voce alla domanda crescente per una condivisione più giusta della ricchezza e delle risorse all'interno dei paesi e tra i paesi.

Come abbiamo spiegato nel resoconto, la Condivisione è la nostra causa comune, il principio della condivisione è già centrale nelle varie richieste per la giustizia sociale, l'amministrazione ambientale, la pace mondiale e la democrazia vera.La campagna 'chiamata globale per la condivisione' ha lo scopo di essere fondata su questo riconoscimento tra cittadini preoccupati e organizzazioni di società civili per promuovere il ruolo potenziale che una chiamata alla condivisione può avere unendo movimenti progressivi nel mondo.

Firma la dichiarazione sotto in quanto individuo o organizzazione per dimostrare il tuo sostegno per il principio di condivisione per quanto riguarda il tuo lavoro e le tue attività di campagne, e distribuirlo ampiamente fra i tuoi gruppi e reti sociali.

Se hai dei problemi nel firmare in fondo alla pagina, puoi mandare un Email a info@sharing.org. Ti assicuriamo che il tuo indirizzo Email non verrà mostrato sulla nostra lista di firme e rimarrà rigorosamente confidenziale.


In quanto cittadini e organizzazioni del mondo che difendono il bene comune di tutta l’umanità, dobbiamo affermare che:

Condividere è nella natura umana  
La pratica di condividere è integrale nel nostro modo di vivere la famiglia e la comunità, ma ciononostante abbiamo costruito società che sempre di più incoraggiano l’avidità, l’egoismo e i valori materiali.  È giunto il tempo di creare un mondo più unito con più eguaglianza – un mondo che riflette ed sostiene ciò che l’essere umano vuole dire veramente.

La nostra incapacità di condividere è l’origine delle crisi mondiali
Il mondo ci dimostra il tragico risultato della nostra inabilità di condividere. Non possiamo più sopportare il crescente divario tra ricchi e poveri, il super-uso e spreco delle scarse risorse del pianeta e l’eterno conflitto condotto da competizione aggressiva e auto-interesse nazionale.    

Condividere è la chiave per creare un mondo migliore 
Abbiamo urgente bisogno di riformare il nostro sistema politico ed economico e di allinearlo di più con il principio della condivisione.  Senza una distribuzione più giusta del potere, della ricchezza e delle risorse dentro le nazioni, sarà sempre impossibile stabilire un futuro giusto e sostenibile.  

La Richiesta di condividere sta aumentando nel mondo.   
Mentre i governi proseguono gli affari come al solito, semplici cittadini stanno chiedendo la condivisione e la giustizia in proporzioni mai viste fino ad ora.  È essenziale che milioni di persone prendano l’iniziativa come fautori di un cambiamento.  Il benessere della terra e delle generazioni future dipende da un cambiamento di coscienza globale.

Condividere è la causa comune che ci unisce tutti
Ora più che mai, la chiamata per la condivisione è centrale alle necessità di tutti quelli che stanno lavorando per la giustizia sociale, l’amministrazione ambientale, la vera democrazia e la pace nel mondo.  Insieme possiamo unire i nostri sforzi in un movimento globale di cittadini e organizzazioni che richiedono la condivisione in tutta la sua diversità

Nel firmare questa dichiarazione affermiamo che è di importanza fondamentale rinforzare e aumentare tutte le vere forme di condivisione in questo nostro mondo diviso. Perciò aggiungiamo la nostra voce ad una chiamata emergente mondiale per la condivisione, e ci impegniamo a prendere parte in questo dibattito essenziale ad ogni occasione.

Traduzione: Katherine Gregor / Michael Monkhouse

Individual signatures

CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.

Organisational signatures

CAPTCHA
This question is for testing whether or not you are a human visitor and to prevent automated spam submissions.
Image CAPTCHA
Enter the characters shown in the image.